martedì 23 aprile 2019

Il 25 aprile: la libertà di tutti


  
di Alessandro Battel
Uno dei problemi dell’Italia (certamente non è il più grave, ma altrettanto certamente è un problema) è che ci sia gente – non so quanti – che pensa e sostiene che la Resistenza è stata ed è “roba da comunisti”. Le libertà civili sono ovviamente di tutti e dovrebbe essere semplice buonsenso ricordare chi si è sacrificato per difenderle, specie in tempi come i nostri, in cui - bisogna essere miopi per non vederlo – fascismi più o meno modificati geneticamente sono in circolazione e godono di credito e condiscendenza anche nelle istituzioni, dopo essere stati covati e coltivati più o meno nascostamente e con discreta continuità da un po’ di gente – non so quanti.

LE PROPOSTE DEL PD SUL PUT

Pubblichiamo il testo delle nostre osservazioni al PUT, presentate negli scorsi giorni all'amministrazione comunale.

   

venerdì 1 marzo 2019

Partecipare alle Primarie del PD. Dire NO al governo populista


di Remo Rinaldin

Decreto dignità, pensioni quota 100, reddito di cittadinanza, legittima difesa, etc: leggi populiste e sovraniste a targa alterna Di Maio o Salvini. Quest’ultimo, alle elezioni prometteva di rimpatriare immediatamente 650.000 migranti; una volta al Viminale, ignorando la promessa per manifesta impotenza, decideva di buttar fuori dai centri tutti gli immigrati/rifugiati, che oggi vagabondano senza meta nelle nostre piazze e stazioni.
A turno i diarchi, come fossero al tiro al bersaglio, sparano provvedimenti per vedere chi guadagna più voti. Ma come alla roulette, si può vincere o perdere. Le elezioni regionali in Sardegna ne sono il paradigma. Sotto questo cielo è avvilente constatare come la maggioranza parlamentare non legiferi con coerenza e sovranità, ma sia piegata alla mercé di due padroni.

venerdì 22 febbraio 2019

PRIMARIE PD - Domenica 3 marzo a Palazzo Moro a Oderzo

Domenica 3 marzo si vota per il nuovo segretario del Partito Democratico: un momento importante per rilanciare la vita del partito scegliendo tra i tre candidati Giachetti, Martina e Zingaretti.
    
Partecipa, scegli e contribuisci a costruire il Partito Democratico di domani, nel segno dell'Europa, dei diritti, della democrazia come baluardo contro le preoccupanti derive sovraniste e populiste.
Possono votare tutti gli elettori, anche se non iscritti al PD. Under18, cittadini fuori sede e cittadini non italiani possono votare purchè si registrino entro il 23 febbraio sulla piattaforma https://margot.partitodemocratico.it/prei/

Per votare è necessario esibire un documento di identità e la tessera elettorale. Ai non iscritti è richiesto un contributo di 2€.
Si vota dalle 8 alle 20 nell'androne di palazzo Moro in via Garibaldi a Oderzo.


domenica 13 gennaio 2019

Le dimissioni di Sarri: gli opitergini vogliono sapere. - Le osservazioni del PD sul PUT



A distanza di qualche giorno, le dimissioni dell’ex-vicesindaco Sarri restano avvolte da una certa oscurità. Qual è la ragione per cui Sarri, come ha dichiarato – non gode più della fiducia della Sindaca?
I cittadini hanno il diritto di essere informati con chiarezza. Se Sarri avesse (cosa che non abbiamo ragione di credere) compiuto qualche scorrettezza sul piano del rispetto delle norme o – peggio – sul piano etico, ci pare chiaro che dovremmo esserne informati. Ma anche se si tratta di un contrasto legato a valutazioni e opinioni diverse su temi amministrativi, i cittadini devono saperlo: quale sarebbe il problema su cui Sarri e Scardellato la pensano così diversamente da giustificare una rottura e una rinuncia all'incarico da parte di un componente della giunta eletto con un alto numero di preferenze? Forse il piano del traffico? O qualche altra questione? 
Oppure il problema è politico? Riguarda equilibri interni al partito di Sarri, in ambito locale o in un ambito più largo (come alcune dichiarazioni dell’ex-vicesindaco fanno sospettare)? A maggior ragione gli opitergini devono avere chiaro se e fino a che punto i contrasti che si consumano all'interno della Lega influiscono sull'attività amministrativa, rischiando magari di indebolirla. 

CONGRESSO PD: GIOVEDI’ 17 GENNAIO INCONTRO DEI CIRCOLI DELL’OPITERGINO a Oderzo in sede PD alle 20.30


Si avvicina il momento del congresso nazionale del PD che eleggerà il Segretario e l’Assemblea nazionale: l’incontro nel quale si confronteranno gli iscritti del circolo di Oderzo e di altri circoli del territorio si terrà  

giovedì 17 gennaio alle 20.30 
presso la sede PD di via dei Mosaici – ODERZO 

Il programma dei lavori prevede: 
• ore 20.30 - apertura e insediamento della Presidenza 
• ore 20.45 - illustrazione, a cura dei rappresentanti designati, delle linee politico-programmatiche dei candidati a segretario nazionale 
• ore 21.30 - dibattito 
• a seguire: votazioni (ogni iscritto potrà esprimere una preferenza per uno dei candidati alla carica di Segretario Nazionale tra Francesco Boccia, Dario Corallo, Roberto Giachetti, Maurizio Martina, Maria Saladino e Nicola Zingaretti). 

(Cliccando qui si possono scaricare e leggere tutte le mozioni - www.partitodemocratico.it/congresso-2019/) 

Le operazioni di voto si concluderanno alle ore 23. 
Tutti gli iscritti sono invitati.